Un design senza tempo

Trix _ KartellGaetano Rossini, azienda italiana specializzata nella produzione di tessuti tridimensionali e tecnici da più di cinquant’anni, opera all’interno del settore apportando continua innovazione, fin dal lontano 1962. Oggi, come allora, l’azienda si differenzia per l’estrema particolarità dei propri prodotti: reti e tessuti tridimensionali studiati per dare risalto ad ogni elemento d’arredo. Le collezioni tessili presentate negli anni dalla Gaetano Rossini sono state molteplici, tutte ancora oggi utilizzate per dare vita a pezzi unici, dotati di un valore aggiunto dato dalle elevate qualità intrinseche di questi materiali. Sono tanti coloro che negli anni hanno creduto in questa azienda italiana, utilizzando i suoi tessuti per realizzare articoli unici. Primo fra tutti Kartell che, grazie alla mano del poliedrico architetto Piero Lissoni, realizzò Trix: una seduta versatile e funzionale, un componente d’arredo lanciato sul mercato nel 2005 e mai tramontato, creato con il tessuto Plutone 3D. La qualità e la durevolezza della materia prima furono gli elementi che colpirono la creatività del designer e che spinsero Kartell a sceglierlo come materia prima ideale per la realizzazione del suo geniale Trix. Plutone è un tessuto 100% Poliestere, con un’attestata solidità del colore alla luce artificiale (xenon arc fading lamp test applicata), una resistenza all’abrasione Martindale 30.000 giri, resistenza allo sfregamento a secco e ad umido.

L’arredamento rimane per Gaetano Rossini la sfida più concreta, il settore sul quale si scommesse tanto agli inizi della storia aziendale e sul quale tutt’oggi si investe notevolmente – forti della convinzione che rappresenti un comparto nel quale il tessuto tridimensionale può e potrà fare la differenza. Il 2015 si è aperto con Heimtextil, importante fiera internazionale per il tessile legato all’arredamento, e proseguirà con gli eventi di fine aprile che richiamano a Cernobbio i più importanti produttori di tessuto d’arredo: Gaetano Rossini ha tutte le intenzioni di “aggredire” il settore, facendogli vivere un viaggio nel tempo verso il futuro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here