Tendenze arredo casa HOMI 2016

Gennaio, presentazioni tessili di Milano. Complessivamente una serie di collezioni equilibrate e di buon gusto. Nessuna indicazione cromatica dominante ma una certa inclinazione verso le gamme dei blu. La stampa digitale viene usata con la giusta cautela e solo se è utile a sottolineare una precisa idea estetica. Le aziende puntano su elementi di caratterizzazione autentici e non su esuberanze sensazionalistiche. C’è un po’ di solidità e di autostima e forse anche un po’ di paura di sbagliare.

Se qualcuno si aspettava, dalle presentazioni di gennaio delle collezioni di biancheria per la casa, una sorta di grande abbuffata inneggiante alla stampa digitale sarà senz’altro rimasto deluso. Questa tecnica, ormai affermata, continua a essere al centro del fermento creativo di ogni team di design dei produttori, ma lo è in un modo che possiamo definire “ragionato”, senza eccessi esplosivi. In una logica decorativa che tende a esaltare la potenzialità di riproduzione particolare di un tema piuttosto che nella sua essenza esclusivamente cromatica. Questa indicazione, unita a un certo ritorno del rigore del disegno, ha messo in luce un aspetto riflessivo delle collezioni. Una sorta di puntualizzazione delle matrici tessili della nostra filiera tesa a mettere in evidenza ciò che ha dato fama alla biancheria italiana nel mondo da sempre. Accenti riflessivi ma non regressivi: non si è respirata mancanza di idee, come talvolta in passato è successo, piuttosto è apparsa evidente la volontà di marcare di più le differenze, mettere molta attenzione a non entrare in logiche banali, sforzarsi di trovare soluzioni estetiche chiaramente identificabili come sintesi espressiva di un mondo che può essere solo “italiano”. In tutto ciò non abbiamo letto argomenti negativi, assenza di progettualità: anche quando i temi elaborati tornavano ai riferimenti della classicità, il quid creativo si affermava nella capacità di fare sintesi tra storicità e tecniche innovative.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here