Sogni d’oro o incubi dolorosi?

Un materasso giusto è la base indispensabile per un sonno e un riposo di qualità. Quanti mal di schiena, indolenzimenti e attacchi di nervi ci si possono risparmiare se non si sbaglia a scegliere il materasso, lo si accoppia alla giusta rete e lo si completa con un guanciale adeguato? Cerchiamo di mettere ordine alle idee e alle informazioni, dando qualche consiglio su come e cosa scegliere per il proprio riposo. Fuori dai luoghi comuni, lontano dai terribili televenditori, e con la consapevolezza che la prima cosa da fare è provare il materasso in negozio prendendosi tutto il tempo necessario per la scelta. Ponetevi una semplice domanda: il vostro letto vi è amico o nemico? Sappiate che ci passerete circa un terzo della vita, quindi molto meglio che sia alleato piuttosto che un avversario col quale combattere ogni santo giorno. Non solo. Sappiate che se sarà nemico, inesorabilmente, la battaglia la vincerà. Voi ne uscirete con dolori diffusi in tutto il corpo, colli bloccati, orecchie irritate e infiammate, financo un peggioramento dei bruciori di stomaco e dei disturbi da riflusso gastro-esofageo. Senza dimenticare un disperato bisogno di riposare!

Se pensate che abbia esagerato con “l’attacco” di questo pezzo sappiate che non è così: il materasso con il guanciale e il piano letto sono elementi davvero fondamentali per rovinare o esaltare la qualità della nostra vita. Dunque è bene sapere esattamente a cosa si va incontro se la scelta del materasso – e delle altre componenti – non viene fatta con cura e con un minimo d’informazione.

Il materasso si prova, si prova, si prova

Nonostante i milioni di pezzi venduti da ogni forma di televendita – fatto che già di per sé dimostra quanto ci sia bisogno di questo genere di informative – cominciamo subito col dire che un materasso non si compra senza averlo provato a fondo e che il “mitico” materasso ortopedico non è necessariamente una lastra d’acciaio sulla quale collocarsi. Quindi niente televendite, affari su internet, acquisti per corrispondenza, proposte via mail. Mirabolanti sconti che portano il prezzo di un materasso a un decimo del costo medio “on street”, mai come in questo caso, indicano se non una vera e propria fregatura almeno un prodotto di scarsissima qualità e siccome, ribadiamo, di mezzo c’è la salute, lasciate davvero perdere. Non stiamo acquistando un oggetto d’arredo ma qualcosa che ci aiuta a stare bene, bando quindi a timori e timidezze quando si entra in negozio: il vostro diritto come consumatore è quello di provare per tutto il tempo che volete il materasso che dovrete scegliere e un negoziante corretto ne è consapevole. Quindi niente paura, una timida e fugace seduta sul bordo del materasso – che dovrà essere a disposizione senza alcun rivestimento in plastica – non serve assolutamente a nulla. E anche distendersi supini, rialzandosi alla velocità della luce come se si fosse sui carboni ardenti, serve a poco. Il materasso va provato con calma, avendo avuto cura di vestirsi con abiti comodi, rilassandosi e chiudendo gli occhi, girandosi più volte per verificare la risposta in tutte le posizioni, anche quelle che normalmente non vi sono consuete per il sonno. In pratica stiamo per scegliere una sorta di vestito per le notti della successiva decina di anni (vita massima di un materasso di buona qualità): scegliereste un bel trench senza indossarlo, testarne la comodità, specchiarvi per vedere come vi sta?

1
2
3
4
5
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here