Materassi e allergie

Un breve vademecum per la manutenzione del materasso con le linee guida del Consorzio Produttori Italiani Materassi di Qualità dedicate ai soggetti più sensibili.

Una delle allergie più fastidiose e diffuse tra le mura domestiche è sicuramente quella agli acari della polvere, ed è di gran lunga quella che coinvolge in modo maggiore il sistema letto. L’habitat naturale degli acari è infatti costituito dagli elementi di arredo che trattengono la polvere, come materassi, cuscini e coperte, oltre che tappeti, tendaggi, poltrone, divani. Il luogo della casa in cui si è più esposti agli acari è la camera da letto, dove si soggiorna più a lungo (in media 8 ore per notte), e proprio nel materasso si creano le condizioni di temperatura e umidità ottimali per la sopravvivenza e la proliferazione degli acari. Il Consorzio Produttori Italiani Materassi di Qualità, in collaborazione con medici specializzati in allergologia, ha elaborato alcuni semplici consigli per aiutare i soggetti più sensibili nel costruirsi un luogo di riposo idoneo e sicuro.

Prima di tutto bisogna seguire delle corrette abitudini di bonifica ambientale:              ventilare bene le camere al mattino ed esporre il materasso, il cuscino, le coperte e le lenzuola all’aria; cercare di tenere la temperatura della camera da letto attorno ai 18-20°C; far sì che l’umidità relativa presente in camera da letto non salga oltre il 50%.

La prevenzione poi non può prescindere da altri provvedimenti specifici a carico di tutto ciò che è ricettacolo di acari: i pazienti allergici devono curare l’aspetto delle loro camere riducendo per quanto possibile tende, tappeti, poltrone e quant’altro possa trattenere la polvere (es.: librerie). Si consiglia un pavimento facilmente lavabile con panno leggermente umido; i cuscini e materassi devono essere avvolti con apposite fodere che impediscano l’inalazione ed il contatto del soggetto allergico con le particelle allergizzanti; le federe copri-materasso e copri-cuscino sono efficaci purché rispondano a determinati requisiti richiesti per contrastare la proliferazione degli acari (fibre o trattamenti innovativi). Il tessuto in fibra d’argento X-Static, utilizzato dalle aziende che fanno parte del Consorzio Produttori Italiani Materassi di Qualità, ne è un esempio: si tratta di una fibra formata da uno strato d’argento unito alla superficie di una fibra tessile, capace di contrastare la colonizzazione di acari e batteri sfruttando le proprietà antimicrobiche dell’argento.

Lenzuola e coperte sono da lavare frequentemente a 60°C mentre per quanto riguarda gli animali da compagnia, è sempre meglio tenerli all’aperto ed escludere la loro presenza dalla camera da letto. Tutto ciò naturalmente non è sufficiente per sconfiggere le allergie. Il soggetto allergico ha bisogno di una terapia farmacologica per prevenire o ridurre i sintomi. Un’accurata indagine allergologica da parte di un medico specialista permetterà una prescrizione farmacologica personalizzata per ogni paziente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here