Euratex elegge il nuovo presidente

L'attuale Presidente Euratex Alberto Paccanelli (a sinistra) e il neoeletto presidente Serge Piolat (a destra)
L’attuale Presidente Euratex Alberto Paccanelli (a sinistra) e il neoeletto presidente Serge Piolat (a destra)

Il 4 giugno 2014, durante l’Assemblea Generale della European Apparel and Textile Confederation (Euratex), Serge Piolat (Francia) è stato eletto all’unanimità Presidente di Euratex con mandato di due anni per il periodo 2015-2016, succedendo all’attuale presidente  Alberto Paccanelli. Piolat , 63 anni, è  co-titolare di SCHAPPE, un gruppo francese di aziende specializzate nella produzione di filati tecnici, fornitore di vari settori industriali. Già membro di Euratex nel Consiglio di Amministrazione dal 2009, ha coperto il ruolo di Vice-Presidente dal 2011.

Piolat si è rivolto all’Assemblea Generale con parole di gratitudine: “Sono molto onorato e grato per la fiducia che l’industria tessile/abbigliamento europea ha espresso con la mia nomina. La mia intenzione è, insieme ai colleghi del Consiglio di Amministrazione, di continuare la progressiva evoluzione avviata dall’attuale presidente Alberto Paccanelli. Mi propongo di rafforzare e consolidare Euratex, la sola voce europea dell’industria tessile e dell’abbigliamento. Vorrei anche mettere a fuoco una serie di priorità strategiche, tra le quali: migliorare la competitività della produzione europea e fare lobby per una vera politica industriale europea; aumentare la conoscenza e l’accesso delle imprese ai programmi europei; ottenere risultati concreti nell’accesso ai mercati in tutto il mondo e promuovere parità di condizioni nella concorrenza internazionale. Dobbiamo garantire un adeguato inserimento di tessuti tecnici, di nuove tecnologie e metodi di assemblaggio in Europa e aumentare la comunicazione sull’eccellenza dei prodotti europei in particolare per quanto concerne  il rispetto dell’ambiente, la sicurezza del consumatore e i diritti del lavoro”.

Alberto Paccanelli, attuale Presidente di Euratex, ha sottolineato: “Alla fine del 2014, terminerà il mio secondo mandato della presidenza Euratex . Questi quattro anni sono stati un periodo difficile ed emozionante e siamo stati in grado di gestire collettivamente il processo di modernizzazione Euratex per servire la nostra industria più efficientemente. Sono fiducioso che il mio successore continuerà questo lavoro in modo brillante e rafforzerà ulteriormente il ruolo di Euratex. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare il Consiglio di Amministrazione, membri e personale per il sostegno incessante e la fiducia accordatami”.

La mission di Euratex

L’obiettivo principale di Euratex è quello di promuovere gli interessi dei suoi membri, tenendo conto del quadro istituzionale dell’Unione europea e dagli obblighi internazionali. Come voce del settore tessile e abbigliamento europeo, Euratex mira a creare un ambiente favorevole all’interno dell’Unione europea per la fabbricazione di prodotti tessili e di abbigliamento. La sua sede di Bruxelles è in stretta vicinanza alle principali istituzioni decisionali dell’Unione Europea. Il tessile UE e l’industria dell’abbigliamento, comprese le fibre artificiali, rimangono un pilastro fondamentale dell’economia locale attraverso le regioni dell’UE e, allo stesso tempo, sono intensamente in concorrenza all’interno del mercato internazionale lottando per una parità di condizioni con il resto del mondo. Secondo le ultime stime di Euratex, le 173.000 imprese tessili e dell’abbigliamento europee hanno raggiunto nel 2013 un fatturato di € 166.500 milioni di euro e hanno generato un valore aggiunto di circa 44 miliardi di euro, impiegando 1,6 milioni di lavoratori. Nel 2013, le esportazioni extra-UE hanno raggiunto € 42,4 miliardi, 25,5% delle vendite mondiali, una quota crescente della UE-28. Piolat ha una vasta esperienza internazionale nel settore tessile avendo trascorso gran parte della sua carriera nel Industries Group Porcher (filiali e siti produttivi in ​​Francia, Stati Uniti, Brasile, Cina e Inghilterra). È stato C.O.O. del gruppo dalla metà del 2003 alla metà del 2007. Dal 2007 è C.E.O. di Schappe Group.

Lo stesso giorno  l’Assemblea Generale Euratexha nominato per la stessa durata di due anni Rusen Cetin (Turchia) e Alberto Paccanelli (Italia) come vicepresidenti e Klaus Huneke (Germania) in qualità di Vice-Presidente Tesoriere.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here