È ispirata a un concetto di moderna eleganza la collezione settembre 2016 di Dedar. L’azienda tessile comasca ha interpretato l’voluzione della ricerca espressiva più recente riguardo ai tendaggi, realizzando tessuti unici per i filati, le tecniche e gli accostamenti materici: filati di lana lavorati a crochet, geometrie su organza di seta, fil coupé che impreziosiscono il retro del tessuto. Nuove texture dai riflessi metallici, inoltre, creano giochi di trasparenze accentuati dalla lavorazione a giro inglese.

Si parte dai veli in grande altezza, tra cui spiccano Garbo (una sottile maglia, racchiusa tra due garze invisibili, lavabile), Wide alpaca (voile estremamente morbido in lino e baby alpaca, in tre tonalità) e Orione (lino lavorato a giro inglese dalla texture ariosa e leggermente brillante).

Sul fronte dei ricami la nuova colledione Dedar presenta Barchetta, con base di panama di lino leggera e in grande altezza, e dettagli applicati in lino e cuoio (disponibile anche in versione multiriga e con balza). Grecale, invece, presenta un ricamo in filato di juta utilizzando la tecnica soutache su finissima tela in puro lino, mentre Vienna Voilage ha un ricamo paglia di Vienna su tessuto ignifugo, lavabile in acqua, dall’apetto naturale del cotone. Il ricamo paglia di Vienna è offerto anche su fondo in taffetà.

Sulla valorizzazione delle capacità artigianali punta la collezione “craft & couture”: la maglia a crochet di Atelier, in lana lino e cotone intrecciati con un moderno filato di poliuretano, si affianca la maglia a giro ingleze di Random, un filato nuovo in cui si uniscono lino e nylon in un effetto grafico irregolare oppure rigato. Riflessi metallici rigati animano il tessuto Lux rigato, dove il Lurex dell’ordito intreccia una fettuccia di cotone, mentre nella versione Lux Flammè si inserisce un filato in seta shantung malfilè fiammato. Zobeide, infine, offre una composizione geometrica irregolare tessuta a jacquard su elegante raso
di seta.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here